Yemen. L’aeroporto di Sana’a pronto alla riapertura

La coalizione a guida saudita sotto la pressione dell’ONU è pronta a riaprire, dopo un anno di chiusura, lo scalo aereo più importante dello Yemen 

Riyadh. La coalizione capeggiata dall’Arabia Saudita è intenzionata a riaprire gli scali principali del Paese, in cima alla lista l’aeroporto internazionale di Sana’a.
La diplomazia della casa saudita starebbe lavorando con l’Onu a un accordo nel quale la sicurezza dello scalo sarebbe gestita dai caschi blu.
L’aeroporto principale dello Yemen è stato chiuso circa un anno fa al fine di limitare i tentativi delle milizie Houthi di portare armi via aerea cosi come dichiarato dal col. Turki Al-Malki appartenente alle forze militari saudite.
Recentemente l’ufficio che coordina gli affari umanitari per conto dell’Onu (OCHA) ha criticato aspramente la chiusura dell’aeroporto ed ha richiesto alla coalizione una riapertura immediata per cosi garantire anche il trasporto dei beni di prima necessità a favore delle popolazioni locali martoriate dai bombardamenti contro il governo di Sana’a.

Embed from Getty Images

La riapertura dello scalo principale del paese non avrebbe effetti immediati su una riapertura del dialogo tra l’Arabia Saudita ed il governo dello Yemen che di fatto in un recente passato ha appoggiato il terrorismo internazionale ospitando centinaia di Foreign Fighters dell’Isis come dichiarato dai servizi di sicurezza di Riyadh.
L’Arabia Saudita ha emesso un comunicato ufficiale nella giornata di giovedì a favore di una graduale riapertura anche degli aeroporti secondari dello Yemen (Al-Hodeidah, Seiyun, Mukalla e Socotra) ma questo avverrà soltanto successivamente alla normalizzazione delle operazioni aeree civili e commerciali dell’aeroporto di Sana’a.
L’Onu non ha ancora dato una risposta ufficiale sulla questione ma nelle prossime ore si attende un comunicato ufficiale da parte dell’OCHA che finalmente vedrebbe raggiunto il suo obiettivo principale ossia garantire la movimentazione di merci e persone da e per lo scalo più importante del Paese.

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *