Usa. Economia in crescita: Trump esulta

Nuovi 209.000 posti di lavoro nel mese di luglio, 1 mln dall’inizio dell’amministrazione Trump. La disoccupazione scende al 4,3% e cambia il tempo libero negli Usa

Washington. Il Dipartimento del Lavoro, nei giorni scorsi, ha diffuso i dati dell’economia statunitense durante il mese di luglio. Nello scorso mese sono stati aggiunti 209.000 posti di lavoro, confermando il trend positivo che ha continuato a incoraggiare le aziende ad assumere.
Il mercato del lavoro ha avuto negli ultimi due mesi una crescita impressionante. A giugno sono stati aggiunti 231.000 nuovi posti di lavoro, contro una stima iniziale di 222.000, e a luglio la crescita di posti di lavoro ha di gran lunga superato le stime di 180.000 posti dettate dagli esperti. Il tasso di disoccupazione è sceso dal 4,4% al 4,3%, il valore più basso negli ultimi 16 anni.
In un nuovo tweet il presidente Donald Trump esulta: “Eccellenti i numeri appena pubblicati dal dipartimento del lavoro, e ho appena iniziato.” A questo punto Trump può sinceramente dire che dall’inizio del suo mandato ha creato un milione di posti di lavoro.
Il Rep. Brady (R-Texas) ha definito il rapporto “solido” e ha detto: “La nostra economia sta facendo progressi costanti con più persone che entrano nel mercato del lavoro e la creazione di posti di lavoro è continua.”
Gli analisti hanno reagito positivamente al rapporto del dipartimento.
Tony Bedikian, responsabile dei mercati globali per la Citizens Bank, ha detto a CNBC . “Sempre più persone stanno entrando nel mondo del lavoro e nella ricerca di posti di lavoro. E ‘difficile trovare qualcosa di veramente negativo nel rapporto.”
Elise Gould, economista senior presso l’’Economic Policy Institute, ha detto: “Siamo in costante movimento verso la piena occupazione”, ma le stime dicono che “abbiamo bisogno di aggiungere almeno 223.000 posti di lavoro al mese nel corso del prossimo anno per abbassare il tasso di disoccupazione al 4 per cento“.
Inoltre il rapporto del Dipartimento del lavoro segue quello emesso qualche giorno fa dal Dipartimento del Commercio in cui emerge che il prodotto interno lordo è aumentato del 2,6 per cento nel secondo trimestre del 2017, rispetto al 1,2 per cento del primo trimestre. L’obiettivo dell’amministrazione Trump è una “crescita economica del 3%.”

Embed from Getty Images

Il rapporto in dettaglio
I servizi di ristorazione, i servizi professionali e imprenditoriali, i settori della sanità hanno tutti guadagnato posti di lavoro. Lo sviluppo di lavoro nel settore dei servizi di ristorazione – che ha aggiunto 53.000 posti in luglio e 313.000 finora quest’anno – è particolarmente importante poiché indica un ulteriore cambiamento nelle abitudini di spesa dei consumatori.
Stiamo assistendo ad un cambiamento nel modo in cui i consumatori stanno spendendo il loro tempo, e questo sta avendo un impatto anche sull’economia nazionale”, ha detto Cathy Barrera, capo consigliere economico per la ricerca di lavoro del sito ZipRecruiter.
Anche i lavori di trasporto hanno visto un aumento nel mese di luglio, probabilmente aiutati dal continuo incremento delle vendite e-commerce.
La crescita dei salari continua il suo lento aumento. La media oraria dei guadagni nel settore privato è aumentata del 2,5 per cento rispetto all’anno precedente, un valore ancora basso secondo gli economisti. Questo lento aumento potrebbe essere attribuito alla crescita di posti di lavoro in settori tradizionalmente a basso reddito, come ad esempio il tempo libero e il settore della ristorazione. Ad esempio, il settore del tempo libero ha aggiunto 62.000 posti di lavoro nel mese di luglio.
Ultima nota positiva: il tasso di partecipazione al lavoro per i lavoratori senza un diploma di scuola superiore è iniziato a salire.
Penso che i mercati continueranno a godere di questi numeri”, ha detto Davis, notando che i nuovi posti di lavoro dovrebbero tradursi in più spesa per i consumatori.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *