Tunisia, Isis rivendica attentato a bus delle guardie presidenziali

 Tunisia, attentato a bus guardie presidenziali rivendicato da ISIS
Tunisia, attentato a bus guardie presidenziali rivendicato da ISIS

25/11/2015  ore 19,24

Diffuso azione e nome attentatore kamikaze

Tunisi. L’Isis ha rivendicato l’attentato contro bus della guardia presidenziale . Il numero delle vittime, inizialmente accertato a 12 è salito a 13, mentre i feriti sono in tutto 20 di cui 4 civili.

L’ attentato ha scatenato immediate reazione delle autorità che hanno decretato ancora una volta lo stato di emergenza, il coprifuoco e la chiusura per 15 giorni della frontiera con la Libia.

Rivendicazione ISIS

Il comunicato, contenente la rivendicazione, a firma del Califfato, è arrivata su Twitter. Descrive azione e attentatore kamikaze. “Uno dei cavalieri martiri, Abou Abdallah el Tunessi, è riuscito a infiltrarsi e ha fatto esplodere la sua cintura per uccidere almeno 20 apostati”, si legge nel comunicato.

“ Il tiranno della Tunisia conclude il comunicato sappia che non saranno al sicuro e che noi non ci fermeremo fino a che non sarà in vigore la Sharia (la legge islamica, ndr) in Tunisia”.

La Casa Bianca condanna

Intanto è arrivata la dura condanna della Casa Bianca che ha offerto nello stesso tempo il suo sostegno alle autorità tunisine per le indagini.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *