The Lone Wolf – l’ascesa del terrorista 2.0

Lone wolf: dilettanti inesperti, meno letali dei jihadisti, ma volenterosi di emularne l’efferatezza degli attacchi, in nome di un estremismo islamico che non sempre gli appartiene

The Lone Wolf Terrorism è un fenomeno dalle molteplici definizioni e accezioni. Il terrorismo internazionale non è più quello riconducibile agli attentati dell’11 Settembre di al Quaeda, ma con l’ascesa dello Stato Islamico, o ISIS, le agenzie di intelligence di tutta Europa si sono trovate costrette a modificare radicalmente i loro metodi operativi. Si sono rese necessarie nuove competenze dettate sia dalla proliferazione di propaganda estremista online, sia dalle nuove minacce quali il lupo solitario o lone wolf.
I membri dell’ISIS oramai non operano più da soli, ma grazie ad una sempre crescente comunità` online sono in grado di creare una rete terroristica che valica di molto i confini della sola Siria, o in generale del Medio Oriente. A partire da qualche anno, in quella che è considerata dagli esperti la più intensa ondata di terrorismo internazionale registrata dagli anni ’70, il “lupo solitario” è diventato la minaccia più impellente che l’Occidente si è trovato a dover fronteggiare.
Il termine è impiegato per identificare quei soggetti che colpiscono, compiendo attentati, seppur non affiliati a nessuna organizzazione. Gli attacchi condotti da gruppi con una chiara catena di comando sono diventati sempre più rari, l’efficace ed efficiente propaganda online ha portato alla creazione di cellule autonome o, addirittura, alla mobilitazione di singoli individui. Questa evoluzione ha quindi comportato la ricerca di un nuovo termine, in grado di indentificare questo nuovo fenomeno, the lone wolf terrorism.

Embed from Getty Images

Passaggio fondamentale nello sviluppo della nuova ideologia jihadista avvenne nel 2008 con la celebrazione del libro di Ayman al Zawahiri “la chiamata alla resistenza islamica globale, il quale invitava i veri jihadisti a compiere attacchi terroristici da soli, senza far parte di una specifica rete o organizzazione jihadista. Questo libro rappresentò un punto di riferimento per le nostre agenzie di intelligence, dando agli analisti i paradigmi del cambiamento del terrorismo.
Insieme alle nuove metodologie di attacchi, comincia a nascere una nuova letteratura intorno alla definizione di questi soggetti, che singolarmente, senza essere membro di una data organizzazione terroristica internazionale, compiono attentati. L’espressione “lupo solitario” ha cominciato ad affermarsi pochi anni fa, ed ha trovato il suo consolidamento nell’opinione pubblica. Impiegata sempre di più da giornalisti, leader politici e membri delle organizzazioni antiterroristiche, la definizione veniva usata per indicare attacchi che non potevano essere fatti rientrare nella categoria di “attacchi [pianificati” – vedasi quelli di Parigi del 2015 o di Nizza del 2016.

La pericolosità dei lupi solitari risiede nel fatto che sono dilettanti inesperti, meno letali a livello militare paragonati ai jihadisti, ma volenterosi di emularne l’efferatezza degli attacchi, in nome di un estremismo islamico che non sempre gli appartiene. Non sempre si può comprendere la vera motivazione che spinge questi individui ad agire, spesso si tratta di mussulmani di seconda o terza generazione, che si ritrovano a vivere in paesi occidentali e quindi emarginati dai coetanei e dalla stessa società. Questi, spinti da sentimenti di frustrazione e odio verso il mondo occidentale, cercano conforto nei siti web delle organizzazioni terroristiche, nei loro blog, o addirittura nei loro reclutatori, presenti in molte capitali.
Maestro nella diffusione della propria ideologia online è ISIS che sfrutta questi attacchi solitari a proprio vantaggio, prendendosene il merito, sfruttandoli bella sua personale lotta agli invasori, che impediscono la ricostruzione dell’unico e vero Stato Islamico.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.ilcosmopolitico.it/home/wp-content/plugins/ultimate-social-media-icons/libs/controllers/sfsi_frontpopUp.php on line 63