Tagikistan. Partito islamico dichiarato ‘organizzazione terroristica’

Emomali Rakhmon

Tagikistan. Il partito della Rinascita islamica, all’opposizione, è stato dichiarato organizzazione terroristica dalla corte suprema della repubblica centroasiatica e messo al bando. Anche il presidente Emomali Rakhmon ha definito il partito “gruppo criminale”.

Accusati degli scontri a fuoco a Dushanbè e Vahdat di inizio mese tra forze dell’ordine e gruppi di ribelli, in cui hanno perso la vita decine di persone, recentemente sono stati arrestati i 13 capi attivi del Partito della rinascita islamica (tra cui tre vicepresidenti del partito, diversi consiglieri, responsabili regionali e il portavoce). In un comunicato, la Procura generale di questa repubblica ex sovietica del Caucaso, motiva gli arresti anche per evitare nuove azioni terroristiche e il reclutamento di cittadini da parte dei gruppi estremisti, la creazione di gruppi armati e la destabilizzazione della situazione nel paese.

Il partito della Rinascita islamica, considerato come moderato, era l’unico partito islamista operante in Tagikistan, prima che a fine agosto fosse accusato di avere legami con lo Stato Islamico. Il presidente della formazione politica islamista Mukhiddin Kabir ha lasciato il paese a marzo e vive in Turchia.

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *