Siria,Kadyrov offre truppe cecene a Putin in Siria contro l’ISIS

 Ramzan-kadyrov
Ramzan-kadyrov

Il leader della Cecenia, Ramzan Kadyrov, vuole mandare i suoi temibili soldati in Siria, per combattere contro l’ISIS. Attende solo l’autorizzazione del presidente russo, Vladimir Putin. Il leader ha dichiarato che già nel 1999, quando il Paese era in preda ai terroristi, ha giurato che la sua vita sarà dedicata alla lotta contro di loro, ovunque si trovino.

Appena i terroristi in Siria capiranno che stanno arrivando i soldati, scapperanno subito da lì, noi li conosciamo, noi li abbiamo distrutti qui, abbiamo combattuto contro di loro, loro ci conoscono, i terroristi non sanno cosa sia una guerra reale, avevano a che fare solo con i bombardamenti e non hanno esperienza di azioni militari ha dichiarato Ramzan Kadyrov

Sulle temutissime milizie di Kadyrov, piovono sospetti da più parti di essere responsabili della maggior parte degli atti criminosi e delle atrocità che sono avvenute in Cecenia negli ultimi anni.

Finora il Cremlino ha escluso un impegno militare delle truppe di terra in Siria, dove è coinvolta solo l’aviazione. Per proteggere la base aerea russa in Siria, sono stati dislocate altre forze di marina. Ma non è escluso che la guerra in corso, necessiti di nuclei di forze speciali – come le truppe cecene – che raccolgano l’intelligence necessaria a garantire una campagna militare più efficace.

Putin, che è diventato l’indiscusso protagonista in questo scacchiere geopolitico, con molta probabilità autorizzerà le truppe cecene a prendere parte al conflitto in corso. Due sono le questioni che interessano Putin: la Siria, nella quale non vuole che cada Assad, e l’Ucraina.

Il pericolo concreto è quello di una possibile alleanza di diversi gruppi terroristici che creerebbero una escalation imprevedibile.

Per Putin è presto per chiedere la revoca delle sanzioni !

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *