Siria, Mosca lancia missili da 1500 Km contro ISIS

Russia-lanciamissile
Russia-lanciamissile

Putin lancia missili e appoggia l’offensiva di terra di Assad

Siria. La guerra entra nel vivo. Il ministro della Difesa russo, Serghiei Shoigu, sostiene di aver colpito obiettivi ISIS con missili crociera lanciati da quattro navi della flotta del Mar Caspio da una distanza di 1500 Km.

Quattro naviha detto Shoigu, parlando in tvhanno sparato 26 missili da crociera contro 11 obiettivi. Secondo i centri di controllo, tutti gli obiettivi sono stati distrutti e non ci sono stati danni per obiettivi civili”. Il ministro ha anche riferito che “dal 30 settembre a oggi, i raid hanno colpito 112 obiettivi e che la loro intensità sta aumentando”.

L’annuncio arriva mentre i raid dei jet russi sostengono la copertura a un’operazione di terra lanciata da Assad contro le aree controllate dai ribelli nella provincia di Hama, situata nella Siria centrale.

E Putin, mentre intensifica le sue operazioni militari in Siria, malgrado le tensioni con Usa, Nato , e Turchia, e le accuse di non colpire solo obiettivi del sedicente Stato Islamico, rilancia la partita sul piano diplomatico. Il fine, per il presidente russo (secondo quanto da lui dichiarato) è una soluzione politica. E si dice disponibile a coordinarsi con il Pentagono, nella lotta contro l’ISIS, ma il segretario alla Difesa Usa, Ashont Carter, nella convinzione che la Russia stia colpendo obiettivi che non sono dello Stato Islamico, ha stoppato l’idea di una collaborazione russo-americana.

Resta alta tensione con la Turchia

Il premier Davutoglu smentisce i dati forniti dal Cremlino e accusa: la Russia avrebbe condotto 57 operazioni aeree, di cui 55 contro l’opposizione moderata (a Assad) e solo 2 contro l’ISIS

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *