L’Arabia Saudita punta sul turismo internazionale: sul Mar Rosso resort di lusso

Alla ricchezza del petrolio, l’Arabia Saudita punta a rilanciare l’economia con lo sviluppo turistico di lusso sul Mar Rosso

L’Arabia Saudita ha lanciato un importante progetto di sviluppo turistico che trasformerà 50 isole e altri siti che si affacciano sul Mar Rosso in località di lusso.
Il paese saudita spera di attrarre sia i turisti stranieri che i visitatori domestici come parte degli sforzi per diversificare la propria economia in quanto il petrolio non sta producendo la stessa ricchezza di qualche decennio fa.
Le autorita’ locali sostengono che le restrizioni ai visti per gli stranieri verranno facilitate nella zona turistica. Tuttavia, non è chiaro se i codici di abbigliamento e le altre restrizioni nel regno saranno rivisitati. Ad oggi alcool, cinema e teatri sono proibiti in Arabia Saudita.
La costruzione dei nuovi resort avra’ inizio nel 2019. La prima fase prevede lo sviluppo di un nuovo aeroporto, di hotel di lusso e di alloggi, e dovrebbe essere completato nel 2022.
Il progetto turistico fa parte di un programma di riforme denominato Vision 2030, guidato dal principe ereditario Mohammed bin Salman, al fine di diversificare l’economia saudita e proiettare il paese verso nuovi orizzonti commerciali.
Le barriere coralline, i vulcani in stato di riposo e una riserva naturale abitata da rara fauna selvatica come leopardi e falconi arabi sono le principali attrazioni al momento delle isole sul quale si svilupperà l’ambizioso progetto.
I visitatori potranno anche fare delle escursioni alle antiche rovine di Madain Saleh, classificate come patrimonio mondiale dell’UNESCO e partecipare ad attività come il paracadutismo, trekking e arrampicata su roccia.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *