Polonia, elezioni politiche 2015

Polonia-elezioni-2015
Polonia-elezioni-2015

23/10/2015 ore 23,10

In vantaggio partito di destra Diritto e Giustizia (PiS)

Polonia. A mezzanotte scatta il silenzio elettorale per i candidati alle elezioni politiche di domenica 25 ottobre. I polacchi sono chiamati per eleggere i 460 membri della camera bassa, il cosidetto Sejm, e 100 senatori. Nei sondaggi avanti con il 32,5% dei voti (molti dei quali provengono dalle zone rurali e dagli ambienti vicini alla Chiesa Cattolica) il partito di destra Diritto e Giustizia (PiS), oggi all’opposizione. Mentre solo al 26% dei voti Piattaforma civica al centro (Po) al governo.

Argomento chiave del PiS in questa campagna elettorale è stato il respingimento dei migranti provenienti dalla Siria e da altri paesi.

Tre donne le principali protagoniste di queste elezioni politiche.

Ewa Kopacz, 58 anni, attuale primo ministro, leader di Piattaforma civica (Po)

Beata Szydlo, 52 anni, leader di Diritto e Giustizia (PiS)

Barbara Nowacka, 40 anni, carismatica e outsider della coalizione di centro-sinistra Sinistra Unita (ZL)

Incognite

Prima incognita è l’astensionismo alto, tipico delle competizioni elettorali polacche (dei 30 milioni di polacchi aventi diritto al voto, hanno votato solo il 23,8% alle ultime elezioni per il parlamento europeo, e il 48,9% nelle elezioni politiche del 2011).

E’ del 5% lo sbarramento che i partiti hanno bisogno di superare, mentre sale all’8% la per le coalizioni, i seggi vengono poi assegnati con il metodo proporzionale.

Se vincerà il PiS, avrà bisogno di 231 posti in parlamento, altrimenti dovrà cercarsi un alleato in Kukiz’ 15 (destra) e KORWiN (Coalizione per il Rinnovamento della Repubblica – Libertà e Speranza), o addirittura in Piattaforma Civica.

 

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *