Parigi, omaggio alle vittime a Les Invalides – video


Le direct de la Présidence de la République di elysee

Tricolori alle finestre oggi in Francia per l’omaggio solenne ai 130 morti e ai 350 feriti degli attentati del 13 novembre a Parigi e Saint-Denis. Cerimonia a Les Invalides presieduta dal capo dello stato François Hollande

Letti ad alta voce i nomi e le età delle 130 persone uccise dai terroristi

Alcuni passaggi del discorso di François Hollande

“Queste donne, questi uomini erano i giovani di Francia”.

 “Questi uomini e donne provenienti da più di 50 città in Francia. 17 paesi sono in lutto con noi oggi. Queste donne, questi uomini erano a Parigi, una città che dà un leggero strato di idee. Erano sulle terrazze caffè, questi punti aperti alle riunioni di attraversamento, hanno cantato al Bataclan per i suoni di un gruppo americano. ” “Questi uomini e queste donne avevano tutte le età, ma la maggior parte erano sotto i 35 anni, erano bambini al tempo della caduta del muro di Berlino, non avevano avuto il tempo di credere nella fine della storia”
” Molti sono stati trattenuti in segno di protesta l’11 gennaio, sapevano che la Francia è il nemico di qualsiasi popolo. Queste donne, questi uomini erano i giovani di Francia “

“Loro adorano la morte, ma noi amiamo la vita”

“Che cosa i terroristi? Dividiamo? Falliranno perché hanno il culto della morte, ma noi amiamo il life.We conoscere il nemico. Questo è l’odio. Quello ucciso in Bamako Tunisi, a Parigi. Questo è il fanatismo, l’oscurantismo, quella di un ladro Islam che nega il messaggio del suo libro sacro “.

“Possiamo contare su ogni francese”

Per vincere la lotta contro Daech, “possiamo contare sul nostro esercito, la nostra polizia, la nostra polizia, sul Parlamento che possa adottare tutte le misure per garantire la difesa del paese e, soprattutto, ogni francese».

“Non cambieremo”

“Continueremo questa lotta fino alla fine, e noi vinceremo”. “Che cos’è la Francia? Un modo di vivere, un desiderio feroce di stare insieme, un impegno per la laicità, uno appartenente alla nazione”. “Noi non cambiamo, saremo uniti sull’essenziale. Se si è alla ricerca di una parola per descrivere questo slancio, esiste questa parola, è la fratellanza.”

“Difendere la libertà giorno per giorno”

“Tutto quello che è successo dal 13 novembre porta il segno della coscienza delle sfide che segnano il nostro paese. Coloro che sono caduti incarnano i nostri valori. Il nostro dovere è quello di sostenerli. Noi dobbiamo difendere giorno dopo giorno la libertà. »« La Francia è un grande paese orgoglioso della sua storia e della sua cultura. E non dimentico quelle immagini che provengono da tutto il mondo nella solidarietà, come se il mondo fosse in lutto”

“La gara che tutti lividi, ma ci renderà più forti”

“Il patriottismo che vediamo manifesta oggi, con queste bandiere, la Marsigliese … tutto questo non ha nulla a che fare con l’istinto di vendetta o il rifiuto dell’altro, è il simbolo della nostra unione e la nostra resistenza. ” “La Francia mantiene intatti i suoi principi di speranza e di tolleranza”. “La gara che tutti lividi, ma ci renderà più forti.”

“Ti dico la mia fiducia nella prossima generazione. Le altre generazioni hanno conosciuto nel fiore dei tragici eventi che hanno forgiato la loro identità “. Questi eventi sono stati “una terribile introduzione alla durezza del mondo, ma anche un impegno ad affrontare.”

“Questa generazione è diventata il volto della Francia”

“Questa generazione ha il coraggio di prendere il pieno controllo del futuro della nostra nazione. La libertà non ha bisogno di vendicarsi ma per essere servito. Questa generazione mostrerà la grandezza, vivrà pienamente il nome dei defunti che piangiamo oggi. Questa generazione è diventata il volto della Francia “.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *