Israele. Esercito schierato nelle città e sigilli ai quartieri palestinesi

Israele-terza-intifada
Israele-terza-intifada

14/10/2015 ore 11:45

Scende in campo l’esercito, isolati i quartieri arabi, e i cadaveri degli attentatori non verranno consegnati alle famiglie

Israele. Dopo l’escalation di attentati culminata con la giornata di terrore di ieri, ribattezzata “giornata della rabbia, nella notte il comitato di sicurezza riunito dal premier Benjamin Netanyahu ha approvato una serie di misure, senza precedenti, per contrastare l’inaudita violenza dei palestinesi: sigillare e isolare i settori arabi di Gerusalemme e indire il coprifuoco su questi quartieri.

L‘esercito israeliano ha ricevuto, di primo mattino, l’ordine di inviare sei compagnie di soldati nelle maggiori città di Israele per rafforzare le misure di protezione e accrescere il senso di sicurezza nel Paese.

La polizia sta installando posti di blocco all’uscita dei villaggi e dei quartieri di Gerusalemme est“, zona palestinese della città annessa e occupata da Israele, si legge in un comunicato della polizia.

Il governo israeliano ha deciso, inoltre, di non consegnare i cadaveri degli attentatori, uccisi negli attacchi dei giorni scorsi, alle rispettive famiglie. Lo afferma la polizia di Israele.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *