Gerusalemme, nuovi scontri su Spianata delle Moschee, 22 palestinesi feriti

gerusalemme-Spianata-moschee

Spianata delle Moschee è tornata a essere negli ultimi giorni un punto “caldo” nel conflitto arabo-israeliano

La Spianata delle Moschee di Gerusalemme continua per il secondo giorno, dopo una breve tregua, a essere teatro di scontri tra ingenti reparti di polizia israeliana e attivisti islamici, barricatisi nella nottata nella Moschea Al-Aqsa.

22 i palestinesi feriti e contusi secondo la Mezzaluna Rossa. Tre di loro sono stati ricoverati dopo essere stati colpiti da proiettili rivestiti di gomma. Una persona ha riportato ferite al volto mentre si trovava all’interno della Moschea Al-Aqsa.

Secondo la polizia israeliana, gli attivisti palestinesi hanno accolto gli agenti con sassi, fuochi d’artificio e con bottiglie Molotov, provocando un principio di incendio ad un ingresso della moschea.

La polizia, secondo la quale il comportamento degli attivisti rappresenta una vera profanazione di un “luogo sacro”, messa al corrente delle intenzioni del gruppo degli attivisti, nella nottata ha contattato Waqf (l’Autorità islamica per i luoghi sacri in Palestina) allo scopo di indurre lo sgombero spontaneo del luogo di preghiera. Di fronte ad alcun esito, gli agenti sono intervenuti con la forza per rimuovere le barricate e neutralizzare gli attivisti.

Ieri a Gerusalemme est sono stati arrestati 4 adolescenti palestinesi sospettati di aver partecipato ad una sassaiola che 10 giorni fa ha provocato la morte di un israeliano.

C’è fermento oggi nella Città vecchia di Gerusalemme in occasione della Festa ebraica dei Tabernacoli (Sukkot). Per questa ragione la polizia israeliana ha predisposto misure rafforzate di sicurezza.

I musulmani, invece si sono detti allarmati per l’aumento delle visite ebraiche e hanno paventato di cambiare alcune regole del luogo e che prevedono, per i fedeli di religione ebraica, la possibilità di visitare il sito ma non di pregarvi.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *