Elezioni in Portogallo. Vince il centro destra del premier Coelho

premier-Coelho
premier-Coelho

Passos Coelho vince, ma non ha la maggioranza assoluta

Passos Coelho, 51 anni, premier uscente, ha vinto le elezioni politiche portoghesi, ma non trionfa perché non riesce a conservare la maggioranza assoluta in Parlamento (116 seggi).

La coalizione uscente di centro destra di Passos e del vicepremier Paulo Costas ha ottenuto il 37% dei voti (alle precedenti elezioni 2011 aveva ottenuto il 50,4%) contro il 32,4% del Partito socialista dell’ex sindaco di Lisbona Antonio Costa.

Il post-trotzkista Bloco de Esquerda appoggiato da Podemos e Syriza ha raddoppiato i seggi in parlamento con il 10,2%, superando i comunisti verdi della Cdu, al 8,2%.

Dopo lo spoglio del 99% delle schede e l’assegnazione di 207 seggi su 230, la coalizione di centrodestra di Coelho e Costas ottiene 98 deputati, contro 79 al Ps, 16 al Bloco de Esquerda e 14 alla Cdu.

L’affluenza è stata intorno al 50% migliore rispetto al record negativo del 2011 ma comunque bassa. Complice la delusione che attanaglia i portoghesi immersi in una crisi in cui sembra ancora lontano la fine, malgrado sia finito il commissariamento della troika (Fondo monetario internazionale, Bce e Commissione europea). Altro dato negativo è la soglia di povertà che coinvolge ancora un portoghese su cinque.

Il premier Coelho, in salita per la composizione del nuovo Parlamento, si è detto pronto ad allearsi con i conservatori del CDS, e ha teso una mano ai socialisti di Costa, invitandoli a negoziare” accordi indispensabili all’attuazione di riforme importanti”.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *